disinfezione covid-19

Coronavirus, pandemia e sindromi respiratorie

L’organizzazione mondiale della sanità ha ufficializzato la scoperta di un nuovo virus denominato Coronavirus (Covid-19).

Questo virus è altamente contagioso, con molte migliaia di casi confermati e centinaia di morti per infezione respiratoria, tanto che le istituzioni hanno previsto una serie di restrizioni per tutta la popolazione d’Italia e del mondo per evitare la pandemia.

Per questa ragione nasce l’esigenza di sanificare e bonificare gli ambienti di accesso diretto al pubblico.

Recotech fa fronte a questa emergenza con una serie di trattamenti e macchinari estremamente all’avanguardia.

Sanificazione Coronavirus per grandi aziende e centri commerciali

Grandi aziende come centri commerciali, sedi aziendali, uffici, dove si concentrano grandi numeri di persone, mai come in questo momento sentono la necessità di bonificare questi ambienti.

Il nostro sistema offre una disinfezione da Coronavirus automatizzata ad alto livello con tecnologia “no touch”, anche nei punti di difficile raggiungimento, insieme a protocolli di decontaminazione validati sui principali patogeni multiresistenti.

L’azione combinata di micronebulizzazione e perossido di idrogeno garantisce un’efficacia comprovata grazie alla sua attività virucida, sporicida, battericida, microbatterica e fungicida.

Sanificazione Coronavirus per ristorazione e hotellerie

Il settore dell’accoglienza (ristoranti, hotel, bar, self service) sono stati duramente colpiti dall’emergenza Coronavirus, tanto che diventa irrinunciabile la sanificazione degli ambienti.

La legislazione ha come fine ultimo la tutela della salute delle persone e la prevenzione ha come base l’analisi del rischio, al fine di gestire il controllo dei pericoli di contaminazioni di natura biologica, fisica o chimica degli ambienti, e prevenire la trasmissione di malattie di diversa gravità.

Per raggiungere l’obiettivo di mettere in sicurezza gli ambienti vengono attuati dei trattamenti sostenibili che prevedono sistemi privi di effetti residuali, per evitare che l’ospite entri in contatto con i disinfettanti utilizzati durante il trattamento.

In questo quadro la sanificazione diventa lo strumento più efficace e importante per garantire la sicurezza di una struttura di accoglienza dal rischio Coronavirus, diventando agli occhi degli ospiti un elemento decisivo sulla scelta della struttura in cui andare.

Scarica la Presentazione

Sanificazione Coronavirus per strutture sanitarie

Ormai è chiaro che le strutture sanitarie costituiscono un ambiente in cui il Coronavirus può diffondersi molto facilmente, tanto che ne è stato limitato molto l’accesso.

L’ambiente sanitario è estremamente delicato ed occorre adottare tutte le misure precauzionali e protocolli ad oggi conosciuti.

Oltre al rischio Coronavirus (Covid-19) le infezioni correlate all’assistenza (ICA) sono una serie di infezioni acquisite che possono verificarsi in tutti gli ambienti assistenziali, inclusi ospedali per acuti, day-hospital, day-surgery, lungodegenze, ambulatori, assistenza domiciliare, strutture residenziali territoriali. Sono la complicanza più frequente e grave dell’assistenza sanitaria.

Un recente studio nazionale, condotto utilizzando il protocollo dell’ECDC, ha rilevato una frequenza di pazienti con un’infezione contratta durante la degenza pari a 6,3 ogni 100 pazienti presenti in ospedale; nell’assistenza domiciliare 1 paziente ogni 100 contrae una infezione.

Non tutte le infezioni sono prevenibili, ma si stima attualmente che possa esserlo una quota superiore al 50%.

Le persone a maggior rischio di contrarre una ICA sono gli assistiti; tuttavia sono esposti e possono essere colpiti anche il personale e i visitatori.

Le nostre misure di prevenzione per evitare di contrarre il Coronavirus

Secondo l’Organizzazione Mondiale Sanitaria praticare misure di prevenzione e utilizzare metodi di disinfezione e decontaminazione efficaci è essenziale per aiutare a controllare la diffusione del crescente rischio di pandemia da Coronavirus.

Le condizioni preliminari per l’intervento di disinfezione prevedono che un disinfettante debba essere un presidio medico chirurgico o un dispositivo medico CE registrato in classe Ila.

Il nostro sistema di disinfezione ha ottenuto la caratteristica di “virucida” riportata sull’attuale etichetta soddisfacendo lo standard EN 14476 per sconfiggere i patogeni emergenti nelle categorie di virus “enveloped” e “non-enveloped”, tra cui 2019-nCoV (Covid-19), l’attuale epidemia di Coronavirus da Wuhan, SARS e MERS.

Il nostro livello di competenza è validato Virucida, Sporicida, Fungicida, Battericida e Micobattericida.

Scarica la Presentazione

REGISTRAZIONI E CONFORMITÀ

  • CE
  • CE 0426
  • FDA – US FOOD & DRUG ADMINISTRATION Registration nr 3011684996

BREVETTI – dispositivo per l’erogazione di disinfettanti e similari

  • European Patent: n° EP 2852467 B1
  • Cecmed: n° 947 E
  • Stati Uniti US Patent: US 9,662,671 B2
  • Mexican Patent: MX/a/2014/013841

CERTIFICAZIONI PRODUTTORE DISPOSITIVO MEDICO

  • UNI ENI ISO 9001
  • UNI CEI EN ISO 13485
  • UNI CEI EN ISO 14971

CERTIFICAZIONI DISPOSITIVO MEDICO

  • DISPOSITIVO MEDICO CLASSE I
  • DISPOSITIVO MEDICO CLASSE IIa CE 0426
  • CERTIFICAZIONE COMPATIBILITA’ ELETTROMAGNETICA: EN 61326-1:2013
  • CERTIFICAZIONE SICUREZZA ELETTRICA: EN 61010-2-040:2005 EN 61010-1:2010

Vuoi saperne di più sulla Disinfezione da COVID-19?

Contattaci al numero verde 800.200.018 o invia una richiesta usando il form online. Riceverai un preventivo gratuito per un intervento immediato.

Vai al form